Natale 2014, Agriturist: le vacanze in agriturismo piacciono soprattutto a Capodanno



“A pochi giorni dalle festività natalizie tra gli operatori dell’agriturismo c’è ancora incertezza sulle presenze di Natale, meglio per fine anno. Molto hanno inciso le scadenze fiscali, acuendo la tendenza a rimandare le prenotazioni fino all’ultimo momento”. Lo sottolinea Agriturist facendo il punto sulle prenotazioni di Natale e Capodanno.

“Negli anni – dice la presidente di Agriturist Piemonte e Alessandria Rosanna Varese - è costantemente cresciuta la maggiore sensibilità dei turisti nei confronti di natura, ecologia, qualità, genuinità e sostenibilità. La vacanza in agriturismo comprende tutti questi fattori che ben si sposano con le giornate di festa natalizie e di fine anno. I clienti tipo dell’agriturismo di questo periodo dell’anno sono soprattutto italiani e la maggior parte di questi si orientano soprattutto sulla ristorazione, con i due picchi di presenze per il pranzo del 25 e del 26 dicembre”. 

Per Capodanno molte strutture registrano un buon numero di presenze, ma  con richieste di soggiorni brevi (una o due notti) o per il Cenone.

La vacanza ‘green’ durante le feste piace molto in montagna e collina, anche in provincia di Alessandria.

Il soggiorno in agriturismo è un’opportunità di relax e al tempo stesso di sollecitazione alla curiosità: infatti, è sostenuto da escursioni in contesti naturali del tutto distensivi, dalle curiosità che l’azienda agricola propone, dall’origine “in loco” dei prodotti agricoli e delle conseguenti specialità enogastronomiche tradizionali; dalla cordialità dell’accoglienza, di cui sono sempre protagonisti i “padroni di casa”.

Alessandria, 19 dicembre 2014

Web Analytics