Interventi straordinari SCF sui Compensi Diritti Connessi 2020



In relazione all’emergenza sanitaria Covid-19 gli organi direttivi di SCF (la società che, in Italia, gestisce la raccolta e la distribuzione dei compensi, dovuti ad artisti e produttori discografici, per l’utilizzo in pubblico di musica registrata) hanno deliberato la riduzione del valore del compenso annuo dovuto dalle strutture turistico ricettive in misura proporzionale al periodo di chiusura forzata (pari quindi al 25%).
Con riferimento agli abbonamenti musica d’ambiente stagionali la riduzione verrà applicata solo qualora l'abbonamento sia stato attivo in una o più mensilità ricomprese nel periodo marzo/maggio 2020 e verrà applicata per ogni mese ricadente nel lasso temporale indicato.
Inoltre, analogamente a quanto disposto da SIAE per i compensi di Diritto d’Autore e in ragione del grave impatto che l’emergenza sanitaria ha avuto e avrà sul turismo, SCF ha disposto l’applicazione di un’ulteriore riduzione del 10% sui compensi al netto della riduzione già prevista.
I clienti riceveranno a breve da SIAE a mezzo PEC i MAV per il pagamento degli abbonamenti, con gli importi già al netto della riduzione prevista; la scadenza resta conferma al 31 luglio prossimo per gli abbonamenti annuali e 31 agosto  per gli abbonamenti stagionali.
In caso di mancata ricezione del MAV, il cliente potrà rivolgersi all’ufficio SIAE competente per territorio e provvedere al pagamento allo sportello. Chi dovesse aver già provveduto al pagamento delle fatture beneficerà della riduzione a valere sui compensi di competenza 2021, salvo richiesta di rimborso anticipato. I rimborsi andranno richiesti agli uffici SIAE e non potranno, per ragioni di economicità, essere disposti per importi inferiori a 50 euro.

Web Analytics